La Gravellata, appuntamento domenica 24 in Monferrato

La Gravellata Monferrato, pedalando in gruppo una mattina tra colline e strade bianche, alla scoperta dei Paesaggi Vitivinicoli Langhe, Roero e Monferrato patrimonio dell’umanità #Unesco.
Dolce e terribile: hai il cuore e la gamba per provarci? Appuntamento domenica 24 giugno
info@bikecomedy.it — Cell 342 9591605

Annunci

La Gravellata: avete cuore e gamba?

Tra Napoleone e Cristoforo Colombo; tra il grande padre Po e Grana; tra gli sterrati della Ciclovia VenTo e gli Infernot patrimonio Unesco; nelle terre di Vittorio Emanuele II e della Bella Rosin. La Gravellata in Monferrato, in programma domenica 24 giugno,  è una cicloturistica esperienziale, una pedalata nella storia e nelle tradizioni locale. Ma anche tanto ciclismo, su un percorso di 100 km circa creato “in diretta” dai nostri bike scout che detteranno il ritmo a velocità cicloturistica: avete il cuore e la gamba per provarci?
La Gravellata in Monferrato​: prenota la partecipazione inviando email a info@bikecomedy.it
ASD BIKE COMEDY CLUB
Cell 342 9591605

 

 

LA GRAVELATA: ISCRIZIONI APERTE SOLO PER POSSESSORI IDONEITA’ MEDICO SPORTIVA AGONISMO

muri

A seguito delle richieste che continuiamo a ricevere, ribadiamo che l’iscrizione alla #Gravelata (#Fubine, 23 aprile) è aperta ai soli possessori di tessera con idoneità alla pratica sportiva agonistica.
Pur essendo la Gravelata una pedalata non competitiva, Bike Comedy ha preso questa decisione in considerazione della durezza del percorso (1800 metri di dislivello condensati in 114 chilometri)
Iscrizioni:
info@bikecomedy.it

Sulle strade della Gravelata: il farro e la ricetta di un cuoco del ‘300

Lu6

Sull’origine del toponimo #Monferrato, esistono teorie differenti. Aldo di Ricaldone, nella sue imperdibile opera “Monferrato tra Po e Tanaro”, ne tiene buona soltanto una
“Il farro, o Tritticum dicoccum, risulta il più coltivato nella nostra regione, così da dare il toponimo all’intero Monferrato, ossia Mons Pharratus, colle coperto, coltivato a farro”
Un anonimo (cuoco) toscano del Trecento consiglia questa ricetta di farro:
“Togli il #farro dalla spelta monda e rotta e fallo bullire un poco: e gitta via quell’acqua, lava il detto farro molto bene e ritornalo a cocere con latte di capra e di pecora, ovvero d’amandorle, fino che sia ben cotto
Trita cascio fresco e mastalo con albume d’ovo e mettilo nel detto farro bollente, e bolla un poco. E puoi mettervi carne di gallina o di polli a modo di blanche mangieri; e di sopra metti del grasso del porco: e se’l vuoli fare giallo coloralo di zafferano e tuorla d’ova e ponvi del zucchero”
Sempre a proposito del farro, nel XII secolo Hildegarda di Bingen scrisse: “Il farro è il miglio dei cereali. E’ grasso, forte e più mite di tutte le altre specie. A chi lo mangia procura una giusta carne e un giusto sangue e rende sereno e lieto l’umore dell’uomo. Fa bene preparato in qualsiasi modo. Se qualcuno è tanto ammalato da non riuscire a mangiare più nulla, gli si prepari in piatto di chicchi bolliti di farro insieme all’uovo e lo guarirà internamente come un unguento”
—-
23 Aprile, ‪#‎Fubine‬: la ‪#‎Gravelata‬ World Heritage Bike, pedalata non competitiva di km 114 nel Monferrato Casalese. Dislivello metri 1800 circa, per possessori di certificato medico sportivo di idoneità all’agonismo
Iscrizioni aperte:
info@bikecomedy.it
+39 342 9591605
www.bikecomedy.eu

Altro…

Sulle strade della Gravelata: in bicicletta alla ricerca di un’anima

monfeve

Quanti sanno esattamente dov’è il #Monferrato?
Su questa terra di colline e vitigni tra #Casale, #Asti ed #Alessandria, riconosciuta nel 2014 World Heritage Site dall’#Unesco, proponiamo l’acuta testimonianza di Aldo di Ricaldone. Un intervento che, pur datato, propone motivi di riflessione e discussione ancora attuali. Non solo Barbera e agnolotti

Il Monferrato “respinge gli intrusi. (Ha) Una coscienza viva che non accetta transazioni: o si riconosce la sua storia e si agisce conseguentemente o si chiude in sè stesso, ribelle a qualsiasi iniziativa, a qualunque tentativo di un ritorno attuale.Ma nei suoi confronti si agisce in forma errata.
Il Monferrato è vivo, soltanto appare estraneo da un ciclo che non è il suo, che rifiuta perchè vuole essere trattato qual’egli si sente ed è: un consapevole mondo di cortesie castellane, di eroiche virtù, di trascendenze poetiche, di slanci mistici (…)
Il Monferrato, conglomerato vivente di vibrazioni e di ricordi, di sensibilità e di rimpianti, vuole essere capito attraverso la propria storia: quella dei suoi guerrieri, dei suoi artisti, della sua gente E nessuna sa che l’attento vagabondo, sul vertice di un qualunque colle, in certi giorni dell’anno ode la voce del Monferrato – richiami d’eroi, sussurri di donne, preci di santi – nella vibratile presenza delle anime di quanti tracciarono e vissero la storia della nostra Terra”
(da Monferrato tra Po e Tanaro di #AldodiRicaldone, editore #LorenzoFornaca)

LA #GRAVELATA WORLD HERITAGE BIKE, pedalata non competitiva di km 115 per gravel bike aperta anche a bici storiche e mtb, vi da appuntamento il 23 aprile a #Fubine

info@bikecomedy.it